Polpette di merluzzo e patate

polpette di merluzzo e patate

Le polpette di merluzzo e patate sono un secondo piatto o un finger food, sfizioso e semplice, perfetto per riciclare il pesce avanzato. Amatissime dai bambini, queste golose crocchette sono croccanti fuori e davvero morbidissime dentro, oserei dire quasi filanti! 
Grazie alle patate, utilizzate al posto del pane, le polpette risultano molto più morbide del normale, nonostante la cottura al forno senza frittura.

(altro…)

Parmigiana di zucchine bianca (tutto a crudo)

parmigiana di zucchine bianca tutto a crudo

La parmigiana di zucchine bianca è un contorno estivo saporito, facile e veloce da preparare. Un’ottima alternativa alla classica parmigiana di melanzane o di zucchine che prevedono sempre o la frittura o la grigliatura delle verdure, prima di comporre la parmigiana e di infornarla per terminare la cottura. Questa ricetta furbissima è molto semplice e leggera e soprattutto molto pratica! Le zucchine infatti, affettate sottilissime, si cuociono direttamente in forno con il resto del condimento…tutto a crudo.
Il trucchetto sta nell’utilizzo di una saporita mollica rafferma di pane tra gli strati, che va ad asciugare il liquido di vegetazione rilasciato dalle zucchine e rende la parmigiana ben compatta e gustosa.

(altro…)

Torta stracciatella

torta stracciatella panna e cioccolato

colazione, dolci | 21 aprile 2017 | By

La Torta Stracciatella è un dolce soffice e goloso a base di panna fresca e cioccolato a pezzetti.
Semplice e veloce e perfetta per l’inzuppo, la torta stracciatella è ideale per riciclare il cioccolato delle uova di Pasqua
, ma è talmente buona che la ricetta diventerà un must tutto l’anno!
Potete utilizzare il cioccolato che preferite o anche un mix, io la trovo assolutamente perfetta con il cioccolato fondente, in netto contrasto con la dolcezza dell’impasto a base di panna.

(altro…)

Mousse di cioccolato istantanea. 5 minuti e 2 soli ingredienti!

mousse di cioccolato istantanea

Buon venerdì! Ormai il tag più utilizzato nelle mie ricette è diventato #ricetteveloci!Anche oggi vi propongo una ricetta super facile e super veloce: la mousse di cioccolato istantanea.
Due soli ingredienti e 5 minuti del vostro tempo e potrete crearw un dessert furbissimo magari riciclando anche le uova di Pasqua avanzate! Venite a scoprire la ricetta! 

(altro…)

Mendiant al cioccolato fondente con frutta secca

I mendiant sono dei cioccolatini alla frutta secca, ideali da preparare durante le feste natalizie, quando la frutta secca abbonda in tutte le case!
Ho scoperto questa dolce furbata sul blog di Sigrid Verbert e subito ho deciso di provarli.
Sono facilissimi e velocissimi da preparare, ma così buoni che probabilmente li mangerete tutti prima ancora di offrirli ad amici e parenti. Se resistete potete anche confezionarli come pensierini di Natale homemade per gli amanti del cioccolato, saranno sicuramente graditissimi!

(altro…)

Biscotti morbidi alle mandorle con cioccolato fondente

Con questa ricetta avrei voluto partecipare al Food Revolution Day #FRD2014 con il gruppo del 100% Gluten Free (Fri)Day #GFFD….venerdì scorso e al contest “Per un pugno di mandorle” di Stefania che si è concluso sabato, ma mi sa che sono decisamente fuori tempo :(((
Questi biscotti morbidi alle mandorle con cioccolato fondente li ho preparati sabato, ma non sono riuscita a pubblicare il post prima di oggi.

(altro…)

Strudel salsiccia e friarielli con crema di provola e briciole di…

Ormai sono entrata nel loop dell’ MTC, è bastato uno spezzatino ed eccomi qui a preparare uno strudel salato e a pensare allo strudel dolce. Questa gara culinaria senza fine è alla sua 36° edizione, la scorsa sfida è stata vinta da Mari del blog Lasagnapazza che ha avuto quindi l’onore di scegliere il tema per la sfida di Febbraio.
Quando ho letto che il tema era lo strudel ho pensato subito che era uno di quei piatti che avevo sempre voluto preparare un giorno, ma che poi alla fine non avevo mai preparato! Bene, era arrivato il momento…mi sono subito venute in mente 3 varianti salate (perché alla fine ho sempre un debole per il salato), alla fine ha vinto quella più napoletana possibile. Perdonatemi è più forte di me…prometto che la prossima cercherò con tutte le mie forze di resistere!
Bene vi presento il mio strudel con salsiccia, friarielli, provola e tarallo sugna e pepe (il cosiddetto tarallo ‘nzogna e pepe) con crema di provola affumicata.
Per chi non li conoscesse, i friarielli sono molto simili alle cime di rapa, sono broccoletti con infiorescenze appena sviluppate, vengono soffritti in aglio, olio e peperoncino e hanno un sapore forte tendente leggermente all’amaro. I taralli sugna e pepe (in dialetto taralli ‘nzogna e pepe) sono preparati con farina, lievito, mandorle, sugna e pepe e generalmente hanno una forma circolare.


Ingredienti

per la sfoglia
150 gr di farina 00
50 gr di acqua
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
1 pizzico di sale

per il ripieno
2 salsicce di maiale (da cuocere con olio evo, vino bianco per sfumare e sale q.b.)
4 fasci di friarielli (da cuocere con olio evo, peperoncino, 1 spicchio di aglio e sale q.b.)
provola affumicata q.b.
1/4 di tarallo sugna e pepe

per la crema di provola
provola affumicata q.b.
olio evo e sale q.b.
latte q.b.

Preparazione

La sfoglia
Per prima cosa preparate la sfoglia, in un recipiente unite la farina setacciata con l’olio evo e il sale e versando pian piano l’acqua calda (attenzione non deve essere bollente) mescolate. Quando la farina avrà assorbito l’acqua, trasferite l’impasto su una spianatoia e lavoratelo con le mani per 2 minuti. L’impasto risulterà morbido ma comunque non appiccicoso, mettetelo a riposare coperto da un panno umido o da una pellicola per circa 30 minuti.

Il ripieno: i friarielli
Pulite i friarielli, sciacquateli bene e senza sgocciolarli metteteli in un tegame dove avrete già fatto rosolare l’aglio e il peperoncino nell’olio extra vergine di olive. Coprite e dopo qualche minuto, quando si saranno già un pò ridotti di volume, girateli e aggiustateli di sale. Dopo 15 minuti circa tagliateli con le forbici e lasciate cuocere coperti a fiamma dolce per altri 30/40 minuti. Trascorso questo tempo, l’acqua dovrebbe essersi asciugata.

Il ripieno: le salsicce
Private le salsicce del budello e tritate la polpa grossolanamente (io ne ho approfittato per togliere un pò di grasso in eccesso). Mettete a scaldare un filo di olio evo in una padella e fatevi rosolare la carne. Sfumate con un pò di vino bianco, salate e portate a cottura. Basteranno pochi minuti.

Il ripieno: la provola
Per poter utilizzare la provola, occorre che la lasciate in frigo per un giorno intero (anche due) a perdere la sua acqua. A questo punto basterà grattugiarne come se fosse un classico formaggio.

Per la crema
Tritate la provola con un filo di olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale. Mettete a scaldare un pò di latte in un pentolino (non deve bollire) e scioglievi il trito di provola. Amalgamate bene mischiando energicamente con una frusta e se necessario passate la crema ottenuta al setaccio per levare i grumi.


Lo strudel
Per prima cosa mettete a bollire sul fuoco una pentola abbastanza larga che possa contenere lo strudel. Prendete uno strofinaccio pulito di lino o di cotone bianco (o comunque dalle tonalità chiare) lavato con un sapone neutro e ben sciacquato, disponetelo sul piano di lavoro e infarinatelo. Mettete l’impasto sullo strofinaccio, iniziate ad appiattirlo con le mani e tiratelo con l’aiuto di un mattarello. Il risultato finale dovrà essere una sfoglia più o meno quadrata di 25 cm per lato.
Disponete il ripieno su tutta la superficie lasciando liberi circa 2 cm lungo i bordi: iniziate con una spolverata di tarallo grattugiato, poi con i friarielli ben scolati da eventuale ulteriore acqua e non bollenti, procedete con la i pezzi di salsiccia e terminate con la provola.
A questo punto iniziate ad arrotolare la sfoglia sul ripieno: fate un paio di giri, quindi ripiegate i due lembi esterni per evitare che il ripieno in cottura fuoriesca e continuate ad arrotolare fino alla fine. Avvolgete il rotolo nel tovagliolo (se c’è troppa farina in eccesso prima rimuovetela) e chiudetelo con uno spago da cucina come fosse una caramella. Fate anche due giri di spago lungo il rotolo.

Salate l’acqua bollente e adagiatevi lo strudel “impacchettato” evitando che tocchi troppo il fondo della pentola. Fate cuocere sobbollendo e dopo 30 minuti togliete lo strudel dall’acqua e togliete il tovagliolo.

Tagliate fette di circa 2/3 cm di spessore e servitele sulla crema tiepida alla provola con una spolverata di tarallo grattugiato.

Tips & Tricks

per la crema di provola ho utilizzato la provola dopo averla lasciata in frigo per un giorno e mezzo (così come per l’imbottitura dello strudel). Probabilmente, utilizzandola fresca, non avrei avuto bisogno del latte per scioglierla…ma è una cosa che devo provare! 
la pentola per lo strudel deve essere abbastanza larga da contenerlo in modo che non tocchi del tutto il fondo, ma non deve piegarsi
la pentola per cuocere i friarielli deve contenerli tutti ma non troppo comodamente. Quando sono crudi, dovrebbero entrarci a stento pressandoli con le mani e con il coperchio
potete seguire la preparazione della sfoglia e dello strudel con le foto passo passo sul post di Mari ideatrice del tema della sfida e della ricetta base.

Con questa ricetta partecipo all’ MTC di Febbraio



Vellutata di zucca con crostini profumati al tartufo

Buongiorno! Ecco una ricetta light, facile e veloce…ideale per disintossicarsi dal weekend…e io ne ho proprio bisogno! Come vi avevo anticipato qui questa è la mia seconda ricetta con la maxi zucca di mio padre, ne ho pronta ancora un’altra molto ma molto particolare…stay tuned!

 

Ingredienti x2 persone
500 gr di zucca
2 patate (circa 200 gr)
olio, sale, peperoncino q.b.
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
brodo vegetale q.b.
un pò di bordi di pancarrè
olio tartufato

Preparazione
Per prima cosa pulite la zucca: rimuovete i semi e i filamenti interni, togliete la buccia e tagliatela a pezzetti. In una pentola fate soffriggere lo spicchio d’aglio e un pò di peperoncino, unite la zucca e lasciatela insaporire qualche minuto. Aggiungete qualche mestolo di brodo vegetale caldo fino a coprire la zucca interamente, il ciuffo di prezzemolo, coprite e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti.
Intanto accendete il forno in modalità grill (250°) e quando avrà raggiunto la temperatura infornate i bordi del pancarrè che avrete precedentemente posto sulla leccarda coperta da carta da forno e condito con olio tartufato, sale e pepe. Lasciate dorare i crostini pochi minuti (max 5), girandoli affinché diventino croccanti da entrambi i lati.
Infine frullate la crema di zucca con un frullatore ad immersione (prima levate l’aglio ed il prezzemolo), impiattate con i crostini tartufati, un filo di olio evo…e buon appetito!

Tips & Tricks

la zuppa deve cuocere a fiamma dolce e il tempo di cottura dipenderà dalla grandezza dei pezzi di zucca
per una versione ancora più light potete evitare di aggiungere la patata

Plumcake all’arancia con frutta secca

colazione, dolci | 3 febbraio 2014 | By

Se come me avete ancora della frutta secca che giace ignorata in dispensa, questa ricetta è un ottimo modo per consumarla, creando un plumcake morbidissimo per la colazione.
Fin da quando ero piccola, la colazione è sempre stata un momento di “buongiorno familiare”…chi come me e mio padre con il cappuccino freddo anche d’inverno, chi come mia mamma con il suo caffè bollente e macchiato…insomma ognuno con le sue abitudini ma tutti sempre insieme, alla stessa ora, allo stesso tavolo. E così sono rimaste le cose…anche oggi con mio marito, noi due, il cappuccino freddo, i cereali e ogni tanto un dolce fatto in casa come questo!

(altro…)

Cake pops alla nutella

dolci, fashion food | 13 gennaio 2014 | By

In rete spopolano le ricette dei cake pops: divertenti e golose palline colorate molto simili ai lecca lecca. Potete farle con avanzi di torta (tipo plum cake), panettone, pandoro, al gusto di nutella, marmellata, mascarpone e chi più ne ha più ne metta! Io ho utilizzato un avanzo di panettone che giaceva dimenticato nella dispensa e l’immancabile nutella…e così addio panettone, addio albero, addio presepe e addio Natale 🙁

(altro…)

CONSIGLIA Tartellette di cous cous con crema e frutta